UNA DIMORA SICURA

UNA DIMORA SICURA

“Poiché … hai preso l’Altissimo per il tuo asilo” (Salmo 91:9)

Anche in questo versetto la beatitudine è riservata unicamente a quanti fissano la propria dimora in Dio. “L’Altissimo per il tuo asilo”. Dove abitiamo? Dove si trova il nostro cuore. E quest’ultimo che funzione svolge? Il cuore attira sempre a sé tutto il resto. I pensieri mettono radici in esso, rendendolo la loro residenza abituale. Allora, dove si trova il tuo cuore? La risposta è importante, perché là sarà la tua dimora, attorno a questo fulcro ruoterà ogni tua attività. È sul lavoro? I pensieri si muovono freneticamente: sono forse rivolti alla programmazione delle tue giornate, agli acquisti, al conteggio dei profitti? Il tuo cuore si trova in una vacanza di piacere che stai organizzando? Sta insieme ai bambini, nel bel mezzo delle preoccupazioni domestiche? Certo, i pensieri devono necessariamente visitare questi impegni, e trascorrere con essi anche giornate intere ma, proprio come un uomo che va a lavorare, la sera essi devono pure rientrare a casa. Stiamo forse fissando la nostra dimora in queste attività, rivolgendo i pensieri a Dio soltanto saltuariamente – perché Egli ci provveda la benedizione e la guida – ma poi torniamo frettolosamente ai vecchi affanni, che hanno ormai occupato il centro vitale del nostro essere? Oppure visitiamo i nostri impegni con distacco, e poi li portiamo con noi per dimorare finalmente in Dio, per riposarci nella Sua cura e per attirare alla Sua presenza tutto ciò che riguarda noi e i nostri cari? Torniamo nella nostra dimora in tranquillità: programmiamo pure visite fugaci ai nostri impegni, ma poi terminiamo la giornata senza questi pensieri. Il dovere, il bisogno e una moltitudine di altre cure vorrebbero condurci chissà dove: lasciamo che il nostro cuore ci porti presso Dio! È davvero beato colui i cui pensieri si rivolgono al Signore, e non perché essi vi sono trascinati, come un’imbarcazione scaraventata dalla violenza della tempesta, né perché sono forzati dal bisogno o dal timore, o perché sono condotti dal senso del dovere, ma perché Dio è il loro riparo e la loro casa. Liberati dal resto delle preoccupazioni, i pensieri tornano alla propria dimora per trovare riposo. A casa con Dio c’è un luogo soleggiato: là l’affanno svanisce e la fatica è dimenticata: là v’è una libertà gioiosa, una calma felice, il luogo del riposo e del rinnovamento delle nostre forze. by Chiese Cristiane Evangeliche – Assemblee di Dio in Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...