UN AVVENIRE E UNA SPERANZA

UN AVVENIRE E UNA SPERANZA

Leggendo e ascoltando notizie riguardanti gli avvenimenti degli ultimi tempi, non possiamo non rimanere scossi.

I continui suicidi e le manifestazioni di violenza e intolleranza sono la piu’ evidente testimonianza del disagio sociale che cresce di giorno in giorno.
La crisi economica ha privato molte persone della speranza di un futuro migliore, o per lo meno sostenibile, anche perche’ le tante promesse mai mantenute e le continue previsioni di ripresa disattese hanno prodotto disillusione e frustrazione. Dinanzi alle tante incertezze del presente ma anche del futuro, vi e’ un messaggio di speranza che proviene direttamente dal cuore di Dio, un messaggio che puo’ e vuole portare pace e forza in quanti sono stanchi e delusi.
e’ il messaggio che Cristo lascio’ ai Suoi discepoli e che e’ rivolto a ogni uomo e a ogni donna che vivono nella disperazione: “Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi daro’ riposo” (Vangelo di Matteo 11:28).
Si’, anche nei momenti difficili e’ possibile avere pace nel cuore ritrovando quella speranza perduta a causa delle avversita’: ascolta le dolci parole che Dio rivolge al tuo cuore “‘…Io so i pensieri che medito per voi’, dice il Signore, ‘pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza’” (Libro di Geremia 29:11).
Dio vuole darti un avvenire e una speranza e in cambio ti chiede semplicemente di affidarGli la vita donandoGli il cuore.
La Bibbia riporta storie di uomini che hanno attraversato momenti difficili. Giobbe, la cui pazienza e’ divenuta proverbiale, dall’oggi al domani si ritrovo’ a perdere tutto cio’ che possedeva; una prova dura che tuttavia lo condusse a realizzare in modo completo chi e’ Dio.
Giobbe, infatti, ebbe a dire “Il mio orecchio aveva sentito parlare di te, ma ora l’occhio mio ti ha visto. Percio’ mi ravvedo, mi pento sulla polvere e sulla cenere” (Libro di Giobbe 42:5); Dio, dinanzi a quella bella confessione, abbondo’ Giobbe donandogli piu’ di quanto aveva prima (Il Signore benedi’ gli ultimi anni di Giobbe piu’ dei primi – Libro di Giobbe 42:12).
Se ancora hai soltanto sentito parlare di Dio senza pero’ averlo pienamente conosciuto, l’invito che ti voglio rivolgere e’ di andare a Lui per riceverLo nel tuo cuore.
Molti cercano Dio attraverso la religione, le pratiche ascetiche, le rinunce, i sacrifici personali, ma la Bibbia dichiara che c’e’ una sola via per arrivare a Dio: Cristo Gesu’. Egli ha pagato il prezzo per il perdono dei nostri peccati, Egli e’ “quella via nuova e vivente” che e’ stata inaugurata col sacrificio della propria vita sulla croce. Incamminati per questa via, come Giobbe vai a Dio per ravvederti e pentirti ed Egli diventera’ il tuo Padre celeste.
e’ scritto, infatti, che “a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioe’, che credono nel suo nome” (Vangelo di Giovanni 1:12) e in quanto Padre, Egli sapra’ provvedere quotidianamente ai tuoi bisogni, donandoti non solo una speranza, ma la piena certezza che Egli non ti lascera’ e non ti abbandonera’.
Non solo, questo passo di fede ti garantira’ un avvenire nel cielo, alla presenza di Dio; ai Suoi, infatti, Gesu’ dice: “Quando saro’ andato e vi avro’ preparato un luogo, tornero’ e vi accogliero’ presso di me, affinche’ dove sono io, siate anche voi” (Vangelo di Giovanni 14:3).
Egli ascese al cielo circa 2000 anni fa e vuole preparare un luogo anche per te, un luogo dove “Egli asciughera’ ogni lacrima dai loro occhi e non ci sara’ piu’ la morte, ne’ cordoglio, ne’ grido, ne’ dolore, perche’ le cose di prima sono passate” (Libro di Apocalisse 21:4).
Nel considerare queste promesse non ci resta che ringraziare “il Dio e Padre del nostro Signore Gesu’ Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo” (Lettera agli Efesini 1:3).
Certo, il mondo di oggi e’ confuso e le certezze vengono a mancare, ma “quelli che sperano nel Signore acquistano nuove forze, si alzano a volo come aquile, corrono e non si stancano, camminano e non si affaticano” (Libro di Isaia 40:31) perche’ sanno di poter contare sul sostegno di Colui che puo’ ogni cosa.
Su questa terra non ci resta che seguire il consiglio di Davide: “Confida nel Signore e fa’ il bene… trova la tua gioia nel Signore, ed egli appaghera’ i desideri del tuo cuore. Riponi la tua sorte nel Signore; confida in lui, ed egli agira’” (Libro dei Salmi 37:3-5) sapendo che il nostro “Dio provvedera’ splendidamente a ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze, in Cristo Gesu’” (lettera ai Filippesi 4:19). by Francesco Vito Molea. by Chiese Cristiane Evangeliche – Assemblee di Dio in Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...